best websites of the world
 
Tradizionalmente gentile
Aglio di Voghiera: delicato per natura.
Raffinato e mai pungente l’Aglio di Voghiera Dop rende speciale ogni piatto da gourmet. Rinomato per il suo gusto dolce, delicato e fresco, è la sintesi naturale di enzimi, vitamine, flavonoidi e sali minerali che insieme creano un’anima aromatica e genetica unica e inimitabile.
Dop!
News
Ricette
 
Il Prodotto
la Storia: tradizionalmente gentile
Sapore autentico della tradizione, l’Aglio di Voghiera Dop vanta un profondo legame con il territorio d’origine e le genti che lo abitano. E’ coltivato da secoli nella fertile Pianura Padana Ferrarese, ecosistema dalle condizioni climatiche peculiari da sempre vocato alla produzione di aglio.

Fin dall’epoca degli Estensi, infatti, signori di Ferrara dal 1288 al 1598, l’area dell’antica Voghenza, oggi Voghiera, è destinata alla coltivazione di piante da orto, erbe aromatiche e soprattutto aglio. Dopo la fine della dominazione estense, illustri proprietari della zona che avevano apprezzato il valore e la qualità di queste fertili terre, un tempo situate lungo il corso del fiume Po, hanno portato avanti la coltivazione dell’aglio che si è mantenuta fino ai nostri giorni. Grazie al suolo leggero, con sabbie di origini fluviali, argilloso e limoso, che favorisce l’equilibrio tra qualità e aromaticità, le caratteristiche organolettiche dell’Aglio di Voghiera Dop sono insuperabili e lo distinguono, fin dal primo assaggio, da ogni altro tipo di aglio.
 
Caratteristiche
  • Grossa Pezzatura
  • Forma Rotondeggiante
  • Sapore Delicato
  • Spicchi Grandi
Semplicemente inimitabile.
Di colore bianco luminoso e uniforme, raramente striato di rosa, il bulbo dell’Aglio di Voghiera Dop è di grossa pezzatura e ha una forma rotondeggiante, leggermente appiattita nel punto in cui si inserisce l’apparato radicale.

E’ formato da una corona di pochi, grandi, spicchi regolari (chiamati bulbilli), uniti e ben compatti tra loro, avvolti da sottili tuniche bianche o striate di rosa, con una tipica curvatura esterna. Il suo sapore gentile e mai troppo acre, si accompagna a un tipico aroma, caratterizzato dall’abbondante presenza di allicina potente battericida che si sviluppa al momento dello schiacciamento o del taglio degli spicchi.
 
Tipologie
L’aglio di Voghiera Dop, essiccato in modo assolutamente naturale, è disponibile sul mercato in diverse tipologie: fresco o verde, cioè quasi appena raccolto e con lo stelo ancora verde; semisecco, ossia con lo stelo che vira al bianco, ma non completamente secco; e secco, con stelo, tunica esterna e interna, completamente secchi.
Confezioni
L’Aglio di Voghiera Dop è disponibile in trecce da 500 g a 2 kg, in retino da 100 g a 500 g e in sacco da 1 kg a 5 kg.

Retino
confezioni da 100g a 500g
Treccia
confezioni da 500 g a 2 kg
Sacco
confezioni da 1 kg a 5 kg.
retino
 
in Cucina
Apprezzato fin dall’antichità, l’Aglio di Voghiera Dop è il condimento che dà gusto e profumo a moltissimi piatti della cucina classica e creativa.
Per mantenerne intatta la delicatezza, gli spicchi si possono lasciare interi o in camicia (con la buccia); mentre per sfruttarne al massimo l’aroma intenso e piccante, si possono pestare nel mortaio, schiacciare interi o tritare al coltello.
Dotato di grande conservabilità, l’Aglio di Voghiera Dop si mantiene inalterato per lunghi periodi.
I bulbi vanno appesi in un luogo fresco, asciutto e ben ventilato. In alternativa, gli spicchi si possono sbucciare e poi congelare.
 
il Ricettario
 
archivio Ricette
difficoltà
 
 
Il Consorzio
La zona di produzione dell’Aglio di Voghiera Dop si estende per circa 80 ettari. Localizzata nei comuni di Voghiera, Masi Torello, Portomaggiore, Argenta e Ferrara, coinvolge circa 40 produttori.
L’Aglio di Voghiera Dop, ottenuto con l’ecotipo Aglio di Voghiera, è certificato e tutelato dal Consorzio Produttori Aglio di Voghiera creato nel 2000 e riconosciuto dal Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali.

La designazione europea Dop (Denominazione di Origine Protetta) ottenuta nel 2007 e riportato su ogni confezione, insieme al nome del produttore, garantisce che la produzione e la lavorazione dell’Aglio di Voghiera Dop, avviene esclusivamente nell’area geografica delimitata. Il costante impegno del Consorzio e il rigoroso rispetto del disciplinare di produzione, dalla filiera alla tracciabilità, ne assicurano e garantiscono, sempre, qualità e provenienza.
 
gusto dop dalla coltivazione alla raccolta
L’aglio non nasce dai semi prodotti dallo stelo floreale bensì, per via vegetativa, dai bulbilli interrati. Ogni anno, infatti, tra settembre e novembre, i migliori bulbilli di Aglio di Voghiera Dop della coltura precedente vengono selezionati manualmente e piantati.
Solo i bulbilli più carnosi, sani e uniformi, opportunamente scaldati tra i 25°C e 35°C (da 8 a 10 ore) per eliminarne l’umidità, sono utilizzati per la riproduzione, e in media occorrono da 600 a 1300 kg di bulbilli per ogni ettaro di terreno.
La maturazione avviene tra i primi giorni di giugno e gli ultimi di luglio, quando si effettua la raccolta. Bulbi e steli, tradizionalmente lavorati a mano, sono fatti essiccare e successivamente confezionati in vari formati.
Il clima tipico della pianura di coltivazione, unito alla maestria dei produttori e a una fine sapienza artigianale, tramandata da una generazione all’altra, permettono al consumatore di assaporare in tavola un prodotto unico e di elevata qualità.
 
News
 
 
archivio News
 
 
Contatti
Distributori



Consorzio Produttori Aglio di Voghiera

Sede legale
Viale Bruno Buozzi, 12/b
44019 Voghiera (FE)
info@agliodivoghiera.it
Sede operativa
Via Provinciale, 15/b
44019 Gualdo di Voghiera (FE)
Richiedi Informazioni
> invia